I nostri consigli: Malaga cosa vedere e fare nella città andalusa

I nostri consigli: Malaga cosa vedere e fare nella città andalusa

Chi mi conosce sa che non lascio scappare neanche una opportunità quando si tratta di visitare città nuove, per questo quando un’amica mi ha detto che aveva un biglietto in più per Malaga, come potevo dire no? E chi mi conosce sa anche che sono una persona generosa, per questo oggi ho intenzione di condividere con voi la mia esperienza a Malaga, cosa vedere e cosa fare in questa bella città andalusa.

Il viaggio in Andalusia è l’ideale se anche voi state pensando di vivere appieno la cultura spagnola in tutte le sue sfaccettature. Sia che abbiate pochi giorni, che un tempo più lungo, questa è la mia top 5 di cosa vedere a Malaga.

 

Le top 5 di Malaga, cosa vedere?

    • Il Teatro Romano. Malaga ha radici romane e camminare in questo teatro mi fa pensare a quando da bambina leggevo libri sugli dèi romani e sognavo di vivere a quei tempi portando anfore di acqua in bilico sulla testa. Se anche voi siete affascinati da questo periodo storico, c’è ancora la possibilità di assistere a uno spettacolo in questa suggestiva cornice.

 

    • Mai stati dentro una fortezza? L’Alcazaba, palazzo-fortezza costruito durante la dominazione araba nella città, è un must nella vacanza a Malaga. Se come me soffrite di vertigini, non consiglio di sporgervi dalle sue mura. Sì, il panorama è bello, ma guardarlo da lontano ancora di più.

 

    • Continuare la visita verso il monte Gibraltaro è d’obbligo, qui si erge il castello omonimo, a detta della mia guida costruito per proteggere la fortezza di Alcazaba. A questo punto, col fiatone che mi sono ritrovata, è stato difficile proseguire, ma ne è valsa la pena. Anche qui, attenzione, non sporgetevi! Ma a chi è venuta l’idea di arrivare così in alto?

 

    • Tappa imprescindibile deve essere anche la Cattedrale di Malaga. Finalmente tornata in pianura, ho potuto rilassarmi e riempire i miei occhi solo di arte, grazie allo stile della Cattedrale, chiamata anche La Monca perché una parte è ancora incompiuta.

 

    • La mia tesina delle scuole superiori è stata in parte incentrata su Pablo Picasso, quindi mi sento legata emotivamente a questo fantastico pittore. Picasso Malaga, un binomio indistruttibile. La città natale di Picasso continua ad amare e a promuovere le opere del pittore con un museo a lui interamente dedicato, uno dei più forniti. Grazie Picasso per avermi fatto prendere il massimo dei voti, una visita alle tue opere era dovuta.

 

Curiosità su Malaga

Malaga fa parte di quelle città spagnole che ancora continuano la tradizione della corrida spagnola. Quando la mia compagna di viaggio mi ha invitato a vederne una, non ho avuto coraggio. Tori arrabbiati, sangue e morte non sono esattamente la mia idea di serata divertente, ma una visita alla Plaza de Toros La Malagueta vale comunque la pena.

Una visita al suo interno, senza tori e senza toreri, è consigliata, solo per poter entrare nell’arena e simulare di sventolare un drappo rosso come un vero torero. Non ditemi che non ci avete mai pensato? Io sì, esperienza da spuntare sulla mia lista delle cose da fare!

Dopo qualche giorno nella città andalusa ho però perso tutta la mia abbronzatura conquistata dopo faticose giornate al mare. Il colore pallido è adatto solo all’inverno, e per fortuna che a Malaga spiagge e mare per rilassarsi e riprendere il colore abbronzato dell’estate sono a portata di mano, e regalano anche paesaggi da godere e immortalare con una fotografia.

Capisco perché si chiama Costa del Sol. Le sue spiagge sono baciate dal sole e un meritato pomeriggio stesa sull’asciugamano è la giusta fine di una vacanza capitata per caso al momento giusto.

Adesso che ho generosamente condiviso i segreti della vacanza con voi, fatene buon uso. Io nel frattempo aspetto sul divano l’arrivo della mia prossima avventura, (chissà cosa mi aspetta!) sognando di essere insieme aPam nel suo viaggio a Milano, capitale della moda italiana.

Chi sono?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Pin It on Pinterest

Si continuas utilizando este sitio aceptas el uso de cookies. más información

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar